Metropologia

Pubblicato da bussolon il 14 settembre 2005 in Personale Parole chiave: londra |

Prendere la tube prima delle nove di mattina è un'esperienza piuttosto istruttiva.

I vagoni erano stipatissimi, è stato difficile salire. ciononostante la gente, in piedi ed accalcata, si ostinava a leggere il giornale (Metro) o il proprio libro.

A Kennington ho dovuto cambiare. Per un paio di minuti non è passato nessun treno. Sulla piattaforma c'erano un centinaio di persone in attesa del convoglio. Il silenzio che regnava era surreale, si sentiva soltanto il rumore delle pagine dei giornali, e qualche colpo di tosse. pareva di essere a messa, se non fosse che a messa almeno c'è il parroco che parla.

Ciliegina sulla torta ... a Waterloo è salita una ragazza di colore bellissima. Mi mancherà, la Tube londinese.

Categorie

danza (18) | filosofia (19) | fotografie (22) | letteratura (11) | musica (25) | personale (41) | poesia (12) | politica (46) | psicologia (17) | ux (18) |

Tag

citazioni (23) | danza (14) | diritti (6) | emozioni (23) | filosofia (20) | fotografia (32) | internet (4) | italia (8) | letteratura (10) | londra (5) | musica (22) | natura (4) | nonviolenza (4) | personale (9) | poesia (20) | politica (37) | psicologia (25) | religione (5) | ricerca (7) | sardegna (4) | solstizio (10) | tango (19) | ux (15) | vallarsa (8) | viaggio (5) | video (16) |