Non abbiamo bisogno di teorie quanto dell'esperienza ... all'esperienza chiediamo l'evidenza.

Solo l'esperienza è evidente. Essa è l'unica evidenza. La psicologia è il logos dell'esperienza, è la struttura dell'evidenza, e quindi è la scienza delle scienze.

Il rapporto fra esperienza e comportamento non è il rapporto fra interiore ed esteriore; la mia esperienza non si trova dentro la mia testa. La mia esperienza di questa stanza è la fuori, nella stanza.

La mia psiche è la mia esperienza, la mia esperienza è la mia psiche.

Molti erano abituati a credere che la sede dell'anima fosse in qualche posto nel cervello. Da che si cominciò ad aprire i cervelli con una certa frequenza nessuno ha mai visto l'anima: come risultato di quesa e di consimili rivelazioni, adesso molta gente non crede nell'anima.

La teoria è la visione articolata dell'esperienza.

Bisogna che ci chiediamo se un rapporto tra persone sia possibile; o meglio se, nella nostra situazione attuale, sono possibili delle persone. Ciò che ci interessa è la possibilità dell'uomo, ma questo interrogativo può essere formulato solo nei suoi vari aspetti: è possibile l'amore? è possibile la libertà?

La nostra esperienza può essere trasformata solo attraverso l'azione.

Stabilisco come assiomatico che, in una scienza delle persone, il comportamento è una funzione dell'esperienza e che esperienza e comportamento sono sempre in relazione a qualcuno o qualcosa diverso da loro.

Citazioni tratte da "La politica dell'esperienza" di Ronald Laing