Prendere la tube prima delle nove di mattina è un'esperienza piuttosto istruttiva.

I vagoni erano stipatissimi, è stato difficile salire. ciononostante la gente, in piedi ed accalcata, si ostinava a leggere il giornale (Metro) o il proprio libro.

A Kennington ho dovuto cambiare. Per un paio di minuti non è passato nessun treno. Sulla piattaforma c'erano un centinaio di persone in attesa del convoglio. Il silenzio che regnava era surreale, si sentiva soltanto il rumore delle pagine dei giornali, e qualche colpo di tosse. pareva di essere a messa, se non fosse che a messa almeno c'è il parroco che parla.

Ciliegina sulla torta ... a Waterloo è salita una ragazza di colore bellissima. Mi mancherà, la Tube londinese.

Puoi annullare la tua sottoscrizione in qualsiasi momento attraverso il link in fondo alle mail.

Questa mailing list utilizza Mailchimp. Pertanto, iscrivendoti alla mailing list le tue informazioni saranno gestite da Mailchimp.Le regole di privacy di Mailchimp

Categorie

danza (18) | filosofia (19) | fotografie (22) | letteratura (11) | musica (25) | personale (44) | poesia (12) | politica (46) | psicologia (17) | ux (18) |

Tag

citazioni (23) | danza (14) | diritti (6) | emozioni (23) | filosofia (20) | fotografia (34) | internet (4) | italia (8) | letteratura (10) | londra (5) | musica (22) | natura (4) | nonviolenza (4) | personale (10) | poesia (20) | politica (37) | psicologia (25) | religione (5) | ricerca (7) | sardegna (4) | solstizio (12) | tango (19) | ux (15) | vallarsa (8) | viaggio (5) | video (16) |

Cookies

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti quali google analytics per funzionalità tecniche e statistiche.

Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.