Campogrosso, gennaio 2008

Essendo un agnostico praticante, in questi giorni mi suona poco congeniale augurare buon natale.

Preferisco di gran lunga celebrare il solistizio d'inverno, che rappresenta la fine di un ciclo e l'inizio di un ciclo nuovo.

E lo faccio citando una breve poesia zen, tratta dal libro "Il Tao, la via dell'acqua che scorre", di Alan W. Watts (Astrolabio):

Siedo quietamente, non facendo nulla, La primavera giunge e l'erba cresce da sé.

Puoi annullare la tua sottoscrizione in qualsiasi momento attraverso il link in fondo alle mail.

Questa mailing list utilizza Mailchimp. Pertanto, iscrivendoti alla mailing list le tue informazioni saranno gestite da Mailchimp.Le regole di privacy di Mailchimp

Categorie

danza (18) | filosofia (19) | fotografie (22) | letteratura (11) | musica (25) | personale (44) | poesia (12) | politica (46) | psicologia (17) | ux (18) |

Tag

citazioni (23) | danza (14) | diritti (6) | emozioni (23) | filosofia (20) | fotografia (34) | internet (4) | italia (8) | letteratura (10) | londra (5) | musica (22) | natura (4) | nonviolenza (4) | personale (10) | poesia (20) | politica (37) | psicologia (25) | religione (5) | ricerca (7) | sardegna (4) | solstizio (12) | tango (19) | ux (15) | vallarsa (8) | viaggio (5) | video (16) |

Cookies

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti quali google analytics per funzionalità tecniche e statistiche.

Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.